domenica 23 aprile 2017

SI VENDE (capitolo 2)

2006-2007 (non denunciato) 


SI VENDE
capitolo 2 

giornalista 1: "sig uwe, ma perché avete imbrattato il nostro marmo della nostra fontana del 500?“
io: "guardate, girate i vostri occhi sulla piazza garraffello! questa terrazza é venduta, il busto della facciata del palazzo lo mazzarino é venduto, le statue della scala del palazzo rammacca sono state vendute, le balate originali sono state vendute, la pigna della fontana é stata venduta, tutto é stato venduto, tutto tranne la fontana. mi chiedo perché ancora non é stata venduta?“
giornalista 2: "sig uwe, ma perché avete imbrattato il nostro marmo della nostra fontana del 500?“
io: "ho scritto il codice della nostra anima, perché la fontana mi ha chiesto giá piú volte che devo scrivere io, soprattutto dall´ultimo crollo in piazza 3 mesi fa, quando il nostro bene comune buttava le macerie dentro la fontana con tutti i contenuti bloccando l´uscita dell´acqua, che diventando una pozza, aveva dentro orribili larve con facce cattive che sputavano sempre quando passavo.“
giornalista 3 (la repubblica): "sig uwe, ma perché avete imbrattato il nostro marmo della nostra fontana del 500?“
io: "dovete parlare con achille bonita oliva, quello con il naso grasso con sopra i puntini rossi“ 

pose del comune per le fotografie dei giornalisti. l´operaio 3 carezza con il pennello il marmo della fontana, che adesso è più imbrattato di prima, senza speranza, mentre un altro operaio carezza il casco dell' operaio con il pennello e il terzo operaio appoggiato alla pigna taroccata per un pelo cadeva, a questo punto arrivano alla fontana i geometri senza casco per controllare i lavori a voce molte bassa con gesti professionali e ben pensati. pure i giornalisti adesso sono piú soddisfatti con le foto. 

giornalista 4,5,6: "sig uwe, ma perché avete imbrattato il nostro marmo della nostra fontana del 500?“
io: "ho una certa etá e mi sono stufato di pulire ogni mattina la fontana ed uscire le bottiglie e i bicchieri.
programmatore della pagina web del comune: "stamattina abbiamo scritto che voi, allora l´artista austriaco uwe ha vandalizzato con vernice rossa la nostra fontana del 500!“
io: "ottimo, mentre c´é un altra pagina dove usate il mio nome da anni per i nostri amati turisti che devono visitare la piazza garraffello.“
programmatore della pagina web del comune: "si é vero.“
io: "allora dovete prendere una decisione, no?“
programmatore della pagina web del comune: „dobbiamo riflettere e certamente troveremo una soluzione."
geometra del comune (voce molto bassa): "uwe, ti prego vieni un attimo!“
io: "come stai tu?“
geometra del comune: „ma che dire, il tempo passa.. sai adesso siamo tutti in una situazione diciamo delicata. dimmi tu che cosa dobbiamo fare?“
io: "ci sono 2 opzioni“
geometra del comune: „quali?“
io: "o andiamo piú giú di come siamo giá messi o facciamo una cosa costruttiva?“
geometra del comune (pensieroso): "..facciamo costruttivitá?“
io: "ascoltami, la cosa importante é l´uscita dell´acqua che non funziona piú da tanti mesi soprattutto con la macerie e il cemento dentro che avete buttato dopo il crollo!“
geometra del comune (occhi tristi): „si lo sappiamo..“
io: "poi recintare la fontana, almeno per l´occhio critico dei nostri visitatori.“ 

il geometra del comune si gira é da ordine al capo operaio e a 2 membri fedeli di cominciare gli interventi utili. 

giornalista 7: "sig uwe, ma perché avete imbrattato il nostro marmo della nostra fontana del 500?“
io: "penso proprio che adesso é impossibile per i prossimi anni spostare questa fontana in un altro posto al parco foro italico, piazza john lennon o in un bagno privato in un villino come abbiamo fatto con la fontana della piazzetta garraffo che si trova in piazza marina e piange giá da troppi anni.“
reporter 8: "sig uwe, ma perché avete imbrattato il nostro marmo della nostra fontana del 500?“
io: "prima di imbrattare un monumento di marmo nella nostra cittá si deve ripulire da altri imbrattamenti ditemi di un monumento a palermo che non é imbrattato giá da anni. dovete sapere che negli anni precedenti ho ripulito la fontana tantissime volte da imbrattamenti, e anche prima di fare questo intervento, e in questo caso abbiamo il piú breve imbrattamento della nostra storia, allora durava neanche un giorno per la pulizia. record in assoluto, no?“
fruttivendolo: "se uwe non faceva questo oggi tutto questo movimento non si sarebbe visto, il comune non ha perso tempo a inviare decine di uomini. e prima? dov'erano tutti?...”

vice sindaco: "quella che é stata fatta é una offesa a tutta la cittá, alla sua storia, alla nostra cittá. non ci saranno sconti per nessuno. se qualcuno cerca notorietá, non lo puó certo fare danneggiando il patrimonio pubblico, rovinando un monumento della cittá. tolleranza zero per chi offende la cittá. comunque, abbiamo giá denunciato quanto accaduto al nucleo per la tutela del patrimonio culturale dei carabinieri. questa piazza é stata adottata dai giovani palermitani e a loro la restituiremo per un futuro in pieno splendore. occorrá un piano di intervento articolato, particolare, che coinvolga anche i privati, proprietari degli immobili che si affacciano sulla piazza. con determinazione lavoreremo per preservare questa importante parte del centro storico cittadino.“ 

in quel momento spuntò un panettiere incazzato in piazza che gridava: "iddu è! iddu è! é lui che ha mandato fuori della piazza il panificio di mio padre 20 anni fa! per distruggere! iddu è cu u sinnacu cà ristrusseru u palazzo raloggia, ni ittaru fuara, ni rissiru ca l'avevanu a miettere in sicurezza e inbici u sbentraru u palazzu, sti cuinnuti e ffanghi! lui è con il sindaco che hanno distrutto il palazzo della loggia, ci buttarono fuori dal palazzo, ci dissero che andava messo in sicurezza e invece lo sventrarono il palazzo, sti cornuti e fanghi!"

subito intervennero alcuni cittadini per calmarlo, peró senza dimenticare: "ohu! oohu!"


Nessun commento:

Posta un commento