lunedì 8 maggio 2017

SI VENDE (capitolo 4)

cercare e trombare (riqualificazione del comune nov 2015 con i prestiti della ECB) 

SI VENDE
(capitolo 4) 

un anziano con la busta di spesa, anzi un sacchetto di plastica con neonata e prezzemolo: "ma juve? ti ho visto in TV! perché tutto sto burdillo qua per niente?“
io: "dimmi tu!“
l´anziano: "vergogna!“
io: "come?“
l´anziano: "io sono nato qua, poi sono andato in america, poi sono ritornato e quannu ho visto tutto sto schifo, come hanno distrutto la mia piazza... mi piange il cuore. come trattano sta fontana... vergogna! vergogna!“
io: "si lo so“ 
l´anziano: "comunque, adesso devi scrivere pure si vende sull'´altro lato della fontana!“ 
io: "perché?“
l´anziano: "hanno ripulito solo il lato che hai imbrattato tu, invece l´altro lato é rimasto sporco come un cesso. vergogna!“ 
io: "si ma i cittadini del web sono fissati su di me, in realtá se ne fregano della fontana.“ 
l´anziano: "perché tutti fanghi sono!“ 
io: "almeno hanno capito che questa fontana esiste ancora! adesso é piú difficile portarla via da qua, come tutti gli altri monumenti che sono spariti.“ 
l´anziano: "..speriamo! la vedi la pigna sulla fontana? qua! qua!“
io: "si certo é pure taroccata.“ 
l´anziano: "é stata di bronzo. quando ero un ragazzo, ho smontato la pigna con un amico per 12.000 lire che ordinava un milanese.“ 
io: "un milanese?“ 
l´anziano: "un milanese bastardo! ma va bene, erano 6000 lire per il mio amico e 6000 per me. sono stati un sacco di soldi per noi. ma parlo di altri tempi aihjaihjaih!“ 
l´anziano adesso con occhi chiusi riflette, dopo una breve pausa: "adesso vado a casa e mi devo risposare. stanco sono! stanco sono! hehe! ciao juve, grazie per tutto stammi bene! accura! accura!“ 

adesso si aspetta un restauratore del comune, barba lunga, calvo con codino indietro, é seduto di fronte il lato ripulito della fontana con uno sguardo cattivo su di me e quando lo guardo, il suo sguardo si trasforma intellettualmente verso la fontana. 

pausa. 

arriva una signora della soprintendenza, con i tacchi alti e capelli biondi tinti. il restauratore e lei aspettano insieme, in piena sintonia con uno sguardo intellettuale verso il lato ripulito della fontana e uno sguardo cattivo verso di me. 

pausa. 

finalmente arriva alla fontana l´ispettore dei beni culturali e protezione beni monumentali in divisa nera con stivaletti neri con un assistente. stretta di mano con la signora della soprintendenza e con il restauratore del comune. veloce l'ispettore e l'assistente cominciano il loro lavoro cercano un danno nel marmo della fontana. mentre l'ispettore con la lente, una macchina fotografica con flash e una piccola bottiglia con un certo liquido che si mette con un pennello sul marmo per vedere certe reazioni e l'assistente scrive le notizie di tutti i punti del controllo, la signora della soprintendenza e il restauratore del comune adesso hanno solo uno sguardo cattivo verso di me con un sorriso cattivo. 

l´ispettore dei beni culturali e protezione beni monumentali: "sig uwe! vi prego, venite un attimo!“ 
io: "a disposizione sono, signore!“ 
l´ispettore dei beni culturali e protezione beni monumentali: "allora come voi avete visto bene, abbiamo cercate il danno del suo imbrattamento sul marmo con la vernice rossa, abbiamo fatto le prove e il controllo in tutti punti e non abbiamo trovato un danno. significa che non c´é un danno.“
la signora della soprintendenza e il restauratore del comune in sincronia: "impossibile! cercate di nuovo finchè avrete trovate un danno! abbiamo visto le foto, tutto il nostro marmo in rosa! impossibile che non ci sia un danno!“ 
l´ispettore dei beni culturali e protezione beni monumentali: "signora, ma il sig uwe non ha fatto un danno. il marmo imbrattato é di nuovo bianco. non restava neanche 0,1% di rosa.“
io: "si é vero, perché il mio rosso ha uscito pure i diversi imbrattamenti di colori variabili, degli ultimi anni. mai sono riuscito bene a ripulirla. guardate a sinistra nell´ornamento di marmo, qua per esempio, le macchie verdi!“
il restauratore del comune: „questo non é colore verde! sono alcuni segni di rame ossidato!“ 
io: "rame ossidato? comunque tutte e due i lati di questa fontana sono stati imbrattati di colore verde dalla pigna, in su fino a giú dove sono le facce. é stato duro per me pulirla, molto complicato.“ 
il restauratore del comune: "no! impossibile per lei toccare il marmo della nostra fontana, anzi ancora peggio pulirlo! per queste cose ci siamo noi, professionisti che hanno studiato la materia!“ 
io: "certo accetto le sue parole, solo che la fontana é stata imbrattata verde per quasi 3 anni, finchè non l´ho ripulita.“ 
la signora della soprintendenza: "adesso ascoltatemi bene sig uwe! si allontani dalla fontana, per il bene dei nostri monumenti ci pensiamo noi!“ 
io: "va bene signora, ma per piacere, si allontani con i suoi tacchi alti dall' uscita dell' acqua, perché il cemento della riparazione, che su mia richiesta hanno fatto gli operai del comune, non è ancora asciutto!“ 

la signora della soprintendenza e il restauratore del comune vanno via, bastonati ma decisi. 

l´ispettore dei beni culturali e protezione beni monumentali si avvicina al bancomat, che si trova dietro la fontana dove é seduta la signora costanza, la donna di uwe: "signora costanza, posso disturbarla per un attimo?“ 
signora costanza: "ma certo signor ispettore, mi dica!“ 
l´ispettore dei beni culturali e beni monumenti: "come voi avete notato bene, dopo il nostro controllo, la fontana non ha subito alcun danneggiamento, l'imbrattamento non ha causato alcun danno. questo é un fatto e lo abbiamo registrato, peró tutto ciò che succederá al vostro uwe, da questo momento è fuori dal nostro potere, allora a quattro occhi devo aggiungere che…“ 
l´ispettore dei beni culturali e beni monumenti leva il suo cappello e guarda a sinistra, poi a destra: "…in generale il sig uwe ha fatto tutto bene!“ 
signora costanza: "so bene che lui ha fatto bene e soprattutto per il bene della fontana“ 
l´ispettore dei beni culturali e protezione beni monumentali: "voi sapete che negli ultimi tre mesi, allora dopo il crollo in piazza, noi abbiamo denunciato il comune due volte per i danni causati alla fontana dal comune stesso?“
signora costanza: "no, non lo sapevo, ma lo immaginavo perché abbiamo visto ogni giorno il peggioramento dello stato dalla fontana riempita dal materiale di risulta del crollo, l'acqua stagnante e puzzolente con germi grossi come dita di una mano. giorno dopo giorno, per mesi, fino all'intervento di uwe con la scritta si vende, che finalmente ha portato dei risultati“
l´ispettore dei beni culturali e beni monumenti: "adesso lo sapete pure voi. vi auguro una buona giornata signora, buon lavoro!“ 
signora costanza: "grazie signor ispettore, pure a voi una buona giornata!“ 

l´ispettore dei beni culturali e protezione beni monumentali mette di nuovo il suo capello in testa e va via di corsa con il suo assistente. (l´ispettore dei beni culturali e protezione beni monumentali, due mesi dopo il nostro incontro alla fontana, viene trasferito) 

il comune faceva una denuncia contro "ignoti"

Nessun commento:

Posta un commento